SEGUICI
EditRegionSitiAmici

 

 

 GIOI CILENTO

Da Moio è possibile raggiungere agevolmente i paesi dell'interno che si affacciano sulla valle del fiume Alento; ciascuno sorge su una collina.
Gioi occupa uno dei colli più alti. E' ricco di memorie storiche che testimoniano la sua passata grandezza. Gli anziani ancora raccontano che qui sorgeva una fortezza greca e che gli abitanti vivevano dell'intensa attività artigianale (fabbrica di tegole di terracotta, concia delle pelli, industria della cera) e dei proventi dell'allevamento. Queste stesse attività continuarono a fiorire anche nel medioevo, quando Gioi fece parte della Baronia di Novi Velia, ed ebbero i loro massimo sviluppo tra il XV ed il XVII sec. per la grande fiera che vi si teneva, alla quale giungevano mercanti anche dall'Oriente, specie ebrei ed arabi. Verso la fine del Settecento i diritti della fiera furono venduti a Stio e comincia per Gioi la lenta ed inesorabile decadenza economica.
Testimoni della sua storia restano oggi i ruderi del castello, che occupano la parte più alta del paese. Ancora si può seguire parte della cinta muraria nella quale si notano alcune torri ed un'artistica porta detta Porta dei Leoni. Due meravigliose chiese, Sant'Eustachio e San Nicola, ricche di opere d'arte, rappresentano il vanto della fede dei cittadini.
Infine, ai piedi del paese, il Convento di S. Francesco, fondato nel 1466, ed oggi in parte restaurato. Vi si ammira il chiostro originario e la bellissima anche se piccola chiesa. Esso è sede della rinomata sagra dei Fusilli, che ogni anno, tra il 10 ed il 17 agosto, rappresenta una tappa obbligata per i buongustai; si servono fusilli (piatto tipico cilentano, fatto con farina integrale e condito con salsa di castrato); il vino locale, salumi e dolci paesani completano la cena.

 

La soppressata di Gioi, preparata con le carni pregiate del maiale, minuziosamente selezionate, costituisce il prodotto più prestigioso tra i salumi prodotti a Gioi, famosi tutti per la genuinità, il sapore e il gusto unico.

Altri paesi del Cilento:

Agropoli, Albanella, Alfano, Aquara, Ascea, Atena Lucana, Auletta, Battaglia, Bosco, Bellosguardo, Buonabitacolo,Caggiano, Camerota, Campora, Cannalonga, Capaccio, Capitello, Casalbuono, Casaletto Spartano, Casal Velino, Caselle in Pittari, Castelcivita, Castellabate, Castelnuovo Cilento, Castelruggero, Castel San Lorenzo, Celle di Bulgheria, Centola, Ceraso, Cicerale, Controne, Corleto Monforte, Cuccaro Vetere,Elea, Felitto, Futani, Gioi, Giungano, Ispani, Laureana Cilento, Laurino, Laurito, Licusati, Lustra,Magliano Vetere, Marina di Ascea, Marina di Camerota, Moio della Civitella, Montano Antilia, Montecorice, Monteforte Cilento, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Morigerati, Novi Velia,Ogliastro Cilento, Omignano, Orria, Ogliastro Marina, Ottati, Padula, Paestum, Palinuro, Perdifumo, Perito, Pertosa, Petina, Piaggine,Piano Vetrale, Pisciotta, Policastro Bussentino, Polla, Pollica, Postiglione, Prignano Cilento, Rocca Cilento, Roccadaspide, Roccagloriosa, Rofrano, Roscigno, Rutino,Sacco, Sala Consilina, Salento, SanCristoforo, San Giovanni a Piro, San Marco di Castellabate, San Mauro Cilento, San Mauro la Bruca, San Nicola di Centola, San Pietro al Tanagro, San Rufo, San Severino di Centola, Santa Marina, Sant'Angelo a Fasanella, Sant'Arsenio, Santa Maria di Castellabate, Sanza, Sapri, Sassano, Scario, Serramezzana, Sessa Cilento, Sicignano degli Alburni, Sicilì, Stella Cilento, Stio,Teggiano, Torchiara, Torraca, Torre Orsaia, Tortorella, Trentinara, Valle dell'Angelo, Vallo della Lucania, Velia, Vibonati, Villammare