SEGUICI
EditRegionSitiAmici

 

 

Certosa di Padula:

Certosa di Padula

La certosa fu fondata da Tommaso Sanseverino nel 1306 sul sito di un esistente cenobio ed è dedicata a San Lorenzo. La sua struttura richiama l'immagine della graticola sulla quale il santo fu bruciato vivo. La storia dell'edificio copre un periodo di circa 450 anni. La parte principale della Certosa è in stile Barocco ed occupa una superficie di 50.500 m² sulla quale sono edificate oltre 320 stanze. Il monastero ha il più grande chiostro del mondo (circa 12.000 m²) ed è contornato da 84 colonne.

Una grande scala a chiocciola, in marmo bianco, porta alla grande biblioteca del convento. Secondo la regola certosina che predica il lavoro e la contemplazione, nella Certosa esistono posti diversi per la loro attuazione: il tranquillo chiostro, la biblioteca con il pavimento ricoperto da mattonelle in ceramica di Vietri sul Mare, la Cappella decorata con preziosi marmi, la grande cucina dove, la leggenda narra, fu preparata una frittata di 1.000 uova[1] per Carlo V, le grandi cantine con le enormi botti, le lavanderie ed i campi limitrofi dove venivano coltivati i frutti della terra per il sostentamento dei monaci oltre che per la commercializzazione con l'esterno. I monaci producevano, vino, olio di oliva, frutta ed ortaggi.

Oggi la Certosa ospita il museo archeologico della Lucania, che raccoglie una collezione di reperti provenienti dagli scavi delle necropoli di Sala Consilina e di Padula. Questo museo copre un periodo che va dalla preistoria all'era ellenistica.

Il libro più completo sulla Certosa di San Lorenzo a Padula è: "La Certosa di Padula" (in 3 grandi volumi), disegnata, descritta e narrata su documenti inediti dal Prof. Sacerd. Antonio Sacco - Roma - Tipografia dell’Unione Editrice - 4 voll. - 1916. Di tale monumentale opera è stata fatta una ristampa anastatica, sotto il patrocinio del Comune di Sant’Arsenio, a cura di Vittorio e Angelina Bracco - Arti grafiche Boccia – Salerno -1982.

da wikipedia

 

Altri paesi del Cilento:

Agropoli, Albanella, Alfano, Aquara, Ascea, Atena Lucana, Auletta, Battaglia, Bosco, Bellosguardo, Buonabitacolo,Caggiano, Camerota, Campora, Cannalonga, Capaccio, Capitello, Casalbuono, Casaletto Spartano, Casal Velino, Caselle in Pittari, Castelcivita, Castellabate, Castelnuovo Cilento, Castelruggero, Castel San Lorenzo, Celle di Bulgheria, Centola, Ceraso, Cicerale, Controne, Corleto Monforte, Cuccaro Vetere,Elea, Felitto, Futani, Gioi, Giungano, Ispani, Laureana Cilento, Laurino, Laurito, Licusati, Lustra,Magliano Vetere, Marina di Ascea, Marina di Camerota, Moio della Civitella, Montano Antilia, Montecorice, Monteforte Cilento, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Morigerati, Novi Velia,Ogliastro Cilento, Omignano, Orria, Ogliastro Marina, Ottati, Padula, Paestum, Palinuro, Perdifumo, Perito, Pertosa, Petina, Piaggine,Piano Vetrale, Pisciotta, Policastro Bussentino, Polla, Pollica, Postiglione, Prignano Cilento, Rocca Cilento, Roccadaspide, Roccagloriosa, Rofrano, Roscigno, Rutino,Sacco, Sala Consilina, Salento, SanCristoforo, San Giovanni a Piro, San Marco di Castellabate, San Mauro Cilento, San Mauro la Bruca, San Nicola di Centola, San Pietro al Tanagro, San Rufo, San Severino di Centola, Santa Marina, Sant'Angelo a Fasanella, Sant'Arsenio, Santa Maria di Castellabate, Sanza, Sapri, Sassano, Scario, Serramezzana, Sessa Cilento, Sicignano degli Alburni, Sicilì, Stella Cilento, Stio,Teggiano, Torchiara, Torraca, Torre Orsaia, Tortorella, Trentinara, Valle dell'Angelo, Vallo della Lucania, Velia, Vibonati, Villammare